Via Risorgimento 38, 56126 Pisa (PI) - Italia

050-552196

contraccezione e covid 19
17 Gen 2022

Le raccomandazioni della SIC su Covid-19 e contraccezione

Se stai seguendo un percorso di contraccezione ormonale, è possibile che ti sia chiesta anche tu, in questo periodo, quali siano le procedure corrette da seguire in caso di Covid-19: devo interrompere l’assunzione del contraccettivo? E’ pericoloso? Cosa succede se non posso prenderlo per altri motivi (ad esempio in caso di ospedalizzazione?).

La Società Italiana della Contraccezione ha recentemente rilasciato delle linee guida che possono essere molto utili per chi sta seguendo un percorso di contraccezione in questo periodo particolare, in cui, ancora più del solito, è utile ribadire concetti fondamentali, come le possibili interazioni tra antibiotici e contraccettivi.

Tra le raccomandazioni principali della SIC c’è quella (rivolta al personale ginecologico) di tenere traccia dei consulti telefonici, molto più frequenti a causa della pandemia.

Le indicazioni, così come le controindicazioni, per l’uso dei diversi metodi di contraccezione ormonale, sono rimaste invariate, ma è importante evidenziare che, in caso di infezione da Covid-19, non sono stati riscontrati impatti negativi di alcun tipo per l’utilizzo dei contraccettivi.

Quattro diversi casi sono riportati nelle raccomandazioni:

  1. Se fai già utilizzo di un contraccettivo orale progestinico POP o LARCs: 

    • puoi continuare ad utilizzare il contraccettivo in caso di infezione, sia sintomatica che asintomatica. Se utilizzi l’impianto non c’è alcun motivo per rimuoverlo.

    • in caso di ospedalizzazione e conseguente interruzione del contraccettivo, è possibile una ripresa rapida del ciclo mestruale.

    • potrai riprendere con l’assunzione del POP subito dopo il ricovero, ma l’efficacia non è garantita nei primi sette giorni, durante i quali è raccomandato fortemente l’utilizzo del preservativo.

    • Se il tuo dispositivo interno è esaurito ed è ora di rimuoverlo, non preoccuparti,  la rimozione può essere posticipata: questi sistemi infatti sono in genere autorizzati per un periodo ben più breve della durata effettiva. La loro efficacia, tuttavia, si riduce progressivamente: per una massima sicurezza, puoi valutare di aggiungere un POP in accordo con il tuo medico, o utilizzare il preservativo fino alla sostituzione. 

  2. Se fai già utilizzo di contraccettivo estro-progestinico (pillola, anello vaginale, cerotto)

    • puoi continuare ad utilizzare il contraccettivo in caso di infezione, con o senza sintomi.

    • in caso di polmonite grave tuttavia, considerato l’aumento del rischio tromboembolico, la SIC raccomanda di interrompere il trattamento (anche in questo caso sarà possibile una rapida ripresa del ciclo mestruale). Potrai ricominciare ad assumere il contraccettivo ad avvenuta guarigione.

    • anche in questo caso, è consigliato l’uso del preservativo nei primi sette giorni dalla ripresa

  3. Se stai pensando di cominciare un percorso di contraccezione ormonale:

    • le controindicazioni sono poche (anche per le donne in allattamento) ma ti consigliamo di seguire strettamente le indicazioni del tuo medico. Ti ricordiamo che nella prima settimana, l’efficacia non è garantita e sarà necessario ricorrere all’uso del preservativo per evitare il rischio di una gravidanza indesiderata. 

  4. Se hai avuto rapporti non protetti:

    • puoi assumere contraccettivi di emergenza seguendo le consuete linee guida, che rimangono invariate anche in caso di Covid-19 (salvo ovviamente indicazioni diverse da parte del tuo medico). A questo proposito, ti invitiamo a consultare la nostra Guida alla Contraccezione d’Emergenza, nella quale troverai utili indicazioni.


Condividi: