Via Risorgimento 38, 56126 Pisa (PI) - Italia

050-552196

sclerosi multipla in gravidanza
13 Ott 2021

Ho la sclerosi multipla: il mio bambino sarà sano?

Se soffri di sclerosi multipla (SM), ma vorresti avere un figlio, l'opuscolo rilasciato da Merck (nota azienda scientifica e tecnologica), può essere una valida guida per rispondere a tante delle tue domande.

Il primo tra tre opuscoli dedicati all'argomento contiene le risposte a molte domande di donne e uomini affetti da SM che vogliono avere figli, oltre che la testimonianza di due madri che hanno deciso di fare questo passo. Gli opuscoli sono stati scritti da medici con esperienza in fertilità, pianificazione familiare e gravidanza nelle persone affette da SM. Abbiamo riassunto per te i punti principali in questo breve articolo, ma se ti interessa leggere la versione integrale dell'opuscolo, lo trovi gratuitamente a questo link.

Concepimento:

Prima di tutto, è importante sapere che dai dati disponibili, la SM non sembra influire sulla capacità di concepire, né, per la donna, di portare a termine la gravidanza. Nonostante questo, è consigliabile parlare con il proprio neurologo e con il proprio ginecologo e informarli dell'intenzione di avere figli, sia per ricevere supporto e aiuto nel gestire al meglio i sintomi, sia per assicurarsi di poter interrompere la contraccezione in tutta sicurezza. Potrebbe infatti essere necessario attendere fino a quando la SM non sarà sotto controllo. La persona che dovesse scegliere di intraprendere questo percorso potrà rivolgersi, oltre al neurologo e al ginecologo di fiducia per avere il supporto necessario, anche ad una serie di programmi e associazioni di supporto al paziente.

Rischi:

Per quanto riguarda la salute del bambino, il rischio che il futuro genito nasca con la sclerosi multipla è leggermente più alto perché influenzato dalla storia familiare, ma la malattia non viene trasmessa direttamente dai genitori al figlio.

Interazione con i farmaci:

Per chi sta assumendo farmaci per la sclerosi multipla, l'opuscolo riporta anche indicazioni utili sulla possibilità di farsi prescrivere un tipo di farmaco diverso o di discutere insieme al proprio neurologo quale sia la scelta migliore. È sempre importante, però, consultarlo prima di interrompere qualunque trattamento. Qualora la difficoltà nel concepimento non dovesse dipendere dall'interazione con i farmaci, sono riportate nel testo alcune utili indicazioni per aumentare le possibilità.


Speriamo che queste brevi indicazioni siano spunti di approfondimento e vogliamo diffondere il messaggio che la SM non è un impedimento alla possibilità di mettere al mondo un figlio sano e crescerlo con gioia.


Condividi: