Via Risorgimento 38, 56126 Pisa (PI) - Italia

050-552196

20 Dic 2020

Guida alla contraccezione d’emergenza

La contraccezione di emergenza può prevenire una gravidanza in seguito a rapporti non protetti o inefficacia dell’eventuale metodo già utilizzato (ad esempio per la rottura di un preservativo o un uso incorretto della pillola anticoncezionale).

Qual è il contraccettivo di emergenza più consigliato? In un momento in cui il tempo è una componente essenziale per evitare gravidanze indesiderate, la scelta del metodo più indicato alla vostra situazione personale può cogliervi impreparate.

La tabella qui di seguito è stata pensata per guidarvi in maniera pratica nella scelta e rispondere alle domande più frequenti delle pazienti: abbiamo messo a confronto in modo semplice e da diversi punti di vista i tre metodi contraccettivi di emergenza attualmente in uso.

Due di questi sono farmacologici (le cosiddette “pillole del giorno dopo”) e uno non farmacologico: il dispositivo intrauterino-IUD al rame.

Le differenze riguardano soprattutto i tempi di assunzione richiesti per aumentare le possibilità di successo, l’efficacia di ciascun metodo e i possibili effetti collaterali.

Per completezza di informazione, la stessa espressione "pillola del giorno dopo" può essere fuorviante. Meglio sarebbe chiamarla “pillola del prima possibile”, vista l'importanza di assumerla quanto prima rispetto al rapporto a rischio per avere la massima efficacia nel prevenire una gravidanza indesiderata.

Anche a livello legislativo è stata finalmente compresa l'importanza di garantire l'accesso diretto a tali contraccettivi, tramite distribuzione in farmacia senza necessità di esibire la ricetta medica. Tale principio è stato ulteriormente rafforzato in Italia a partire dal mese di Ottobre 2020, stabilendo tale diritto anche per le donne minorenni.

Per ulteriori informazioni, potete a questo proposito consultare la pagina dedicata della Regione Toscana).

CONTRACCETTIVI

DI EMERGENZA

Dispositivo intrauterino - IUD

Pillola a base di levonorgestrel

Pillola a base di ulipristal acetato

Funzionamento e interferenza con il metodo regolare

Come funzionano?

Si tratta di un piccolo dispositivo in plastica e rame inserito che viene inserito nell’utero dal medico. Il dispositivo rilascia ioni di rame per impedire l’impianto dell’ovulo o la sua fertilizzazione nell’utero.

Il levonorgestrel è una versione sintetica del progesterone, ormone prodotto naturalmente dalle ovaie. Il suo funzionamento ritarda o impedisce il rilascio dell’ovulo (ovulazione)

Questo preparato ormonale impedisce il normale funzionamento del progesterone, anche in questo caso ritardando o impedendo di conseguenza il rilascio dell’ovulo.

Qual è il tempo utile di assunzione dal rapporto non protetto?

Entro 5 giorni

Entro 72 ore (3 giorni, ma consigliamo di assumerla prima possibile per aumentare l’efficacia)

Entro 120 ore (5 giorni, ma consigliamo di assumerla prima possibile per aumentare l’efficacia)

Efficacia

Maggiore rispetto alle pillole: meno dell’1% delle donne che lo utilizzano entro 48 ore sono soggette a gravidanze indesiderate

L’efficacia è massima (95%) con assunzione nelle prime 24 ore

L’efficacia è massima (95%) con assunzione nelle prime 24 ore, nelle quali l’efficacia dell’ulipristal è 3 volte superiore a quella del levonorgestrel

Interazione con eventuale metodo contraccettivo regolare

Nessuna

Nessuna

Ulipristal può ridurre l’efficacia di un COC che POP, per cui è necessario, nei giorni successivi usare contraccettivo di barriera.

Entro quanto tempo posso proseguire col contraccettivo regolare?

Consigliamo di consultare il medico

Entro 12 ore, poi proseguire regolarmente

Aspettare almeno 5 giorni

Posso utilizzare il contraccettivo d’emergenza come metodo contraccettivo regolare?

Dopo l’inserimento dell’IUD come contraccettivo di emergenza, questo può essere lasciato in utero e usato  come contraccettivo regolare per la durata di 5 anni

Non è destinata all’utilizzo come contraccettivo regolare e non continua a proteggere contro la gravidanza. Se continuate ad avere rapporti non protetti in qualunque momento dopo aver assunto questa pillola, si presenterà comunque la possibilità di una gravidanza.

Non è destinata all’utilizzo come contraccettivo regolare e non continua a proteggere contro la gravidanza. Se continuate ad avere rapporti non protetti in qualunque momento dopo aver assunto questa pillola, si presenterà comunque la possibilità di una gravidanza.

Posso prendere il contraccettivo d’emergenza in anticipo?

Si, in caso di rapporti non protetti, se si ha motivo di credere che il metodo regolare possa fallire. Consigliamo di rivolgersi al proprio medico per un consiglio mirato.

Si, in caso di rapporti non protetti, se si ha motivo di credere che il metodo regolare possa fallire. Consigliamo di rivolgersi al proprio medico per un consiglio mirato.

Si, in caso di rapporti non protetti, se si ha motivo di credere che il metodo regolare possa fallire. Consigliamo di rivolgersi al proprio medico per un consiglio mirato.

Effetti collaterali ed effetti sul ciclo

Possibili effetti collaterali

*ricordiamo che la contraccezione di emergenza non comporta effetti collaterali gravi di nessun tipo e non causa aborto

Dolore durante l’inserimento. Può essere utile ricorrere ad antidolorifici

Le complicazioni sono rare e includono:

-          Dolore, infezione o danni all’utero

-          Fuoriuscita del dispositivo dall’utero

Mal di testa, dolore addominale, sensazione di nausea

Mal di testa, dolore addominale, sensazione di nausea

Possibili effetti sul ciclo mestruale

Come metodo di contraccezione regolare può rendere il ciclo più doloroso, abbondante e lungo

Anticipazione o ritardo, mestruazione più dolorosa

Anticipazione o ritardo, mestruazione più dolorosa

Si può utilizzare più di una volta nello stesso ciclo mestruale?

Consigliamo di consultare il medico

Si

Si

Limiti all’utilizzo e utilizzo in gravidanza

Chi può usarlo?

 

Tutte le donne, incluse quelle positive all’HIV. Sconsigliato in casi di malattie sessualmente trasmissibili (MST) non trattate, infezioni pelviche, sanguinamenti anomali non diagnosticati

Ad eccezione di casi di allergia o gravi casi di asma, tutte le donne possono assumerla, anche quelle che non possono usare i contraccettivi ormonali come pillole combinate o cerotti. L’utilizzo è possibile anche sotto i 16 anni.

Ad eccezione di casi di allergia o gravi casi di asma, tutte le donne possono assumerla, anche quelle che non possono usare i contraccettivi ormonali come pillole combinate o cerotti. L’utilizzo è possibile anche sotto i 16 anni.

Interferenza con altri medicinali

*Consigliamo di informare sempre il proprio medico se si stanno prendendo medicinali di qualunque tipo, che potrebbero interferire col corretto funzionamento

Nessuna

In caso di interferenza con altri medicinali potrebbe essere necessario aumentare le dosi, consigliamo di informare il proprio medico

Alcuni medicinali potrebbero annullare l’effetto

Pericolosità in caso di gravidanza

Sconsigliamo l’utilizzo del dispositivo se si sospetta una gravidanza già in corso

Consigliamo di consultare il medico

Consigliamo di consultare il medico

Pericolosità in allattamento

Nessuna

No – le piccole dosi di ormoni che potrebbero ritrovarsi nel latte materno non sono dannose per il bambino

Sconsigliato l’allattamento nella prima settimana dall’assunzione

Avvertenze

In caso di vomito

Consigliamo di consultare il medico

In caso di vomito nelle due ore successive all’assunzione della pillola, consigliamo di recarsi dal proprio medico perché potrebbe essere necessario prendere una seconda dose o ricorrere al dispositivo intra uterino

In caso di vomito nelle due ore successive all’assunzione della pillola, consigliamo di recarsi dal proprio medico perché potrebbe essere necessario prendere una seconda dose o ricorrere al dispositivo intra uterino

 

Per concludere, suggeriamo di contattare in ogni caso il vostro medico se sospettate che la gravidanza sia già in corso, se avete ritardi mestruali di più di una settimana o anomalie nel ciclo (più corto o meno intenso), se avete sintomi per diversi giorni o se sperimentate dolore addominale improvviso.

Speriamo che queste indicazioni vi siano utili qualora doveste affrontare la necessità di ricorrere alla contraccezione d’emergenza. Ricordiamo che anche se si utilizza un metodo contraccettivo regolare, potrebbe essere necessario ricorrere alla contraccezione di emergenza – e in alcuni casi all’utilizzo del preservativo per maggiore sicurezza - se avete per qualunque motivo saltato una dose del vostro metodo regolare, o se questo è stato utilizzato in modo incorretto.

Ricordiamo infine, che tali indicazioni sono da considerarsi generiche e non possono sostituire una visita medica che tenga conto delle specificità e della storia personale di ogni paziente.

 

Fonte: https://www.nhs.uk/conditions/contraception/emergency-contraception/


Condividi: