Via Risorgimento 38, 56126 Pisa (PI) - Italia

050-552196

cardiopatie_la_menopausa_precoce_aumenta_il_rischio_del_20_Barbara_Del_Bravo_Ginecologa_Pisa
11 Dic 2017

Cardiopatie: la menopausa precoce aumenta il rischio del 20%

Le donne che entrano in menopausa prima dei 45 anni hanno più probabilità di sviluppare problemi cardiovascolari e di morire a un’età più giovane rispetto a coloro che entrano in menopausa in un’età più avanzata. A questi risultati è giunta una metanalisi condotta da un team di ricerca olandese coordinato da Taulant Muka, dell’Erasmus University Medical Center di Rotterdam. "Le donne con un’insorgenza precoce di menopausa potrebbero essere una categoria verso cui indirizzare strategie proattive di prevenzione cardiovascolare. "Una donna su dieci raggiunge la menopausa prima dei 45 anni”, hanno scritto Muka e colleghi nell’editoriale che ha accompagnato la pubblicazione della ricerca su JAMA Cardiology.

La metanalisi

Il gruppo di studio olandese ha analizzato i dati relativi a oltre 310.000 donne, che avevano preso parte a un totale di 33 studi, pubblicati a partire dagli anni ’90. Mettendo a confronto le partecipanti che avevano avuto la loro ultima mestruazione prima dei 45 anni con quelle entrate in menopausa a questa età o più tardi, i ricercatori hanno evidenziato che le donne interessate da menopausa precoce presentavano un rischio doppio di sviluppare una malattia coronarica. Inoltre, sempre nel gruppo delle donne precocemente in menopausa, il rischio di morire per una patologia cardiovascolare (infarto del miocardio e ictus) saliva del 20% e quello di morire per qualsiasi altra causa presentava un incremento del 12% rispetto all’altro gruppo. Anche l’analisi del sottogruppo formato dalle cinquantenni confermava quanto osservato: le donne andate in menopausa tra i 50 e i 54 anni presentavano un rischio ridotto di malattia coronarica rispetto alle under 50.

 

Le osservazioni del team di ricerca

Secondo Muka e colleghi, l’età di insorgenza della menopausa potrebbe influenzare il rischio di cardiopatie e altri problemi di salute a causa della ridotta circolazione di ormoni. Quello menopausale, dunque, potrebbe costituire un periodo della vita fondamentale per valutare il rischio di eventi cardiovascolari nelle donne e potrebbe rappresentare un momento appropriato per introdurre interventi volti a ridurre tale rischio. L’analisi dei ricercatori olandesi è in linea con un recente studio pubblicato dalla rivista Menopause, che ha evidenziato come le donne che hanno il menarca ed entrano in menopausa più tardi, presentino maggiori probabilità di raggiungere i 90 anni rispetto a quelle per cui le tappe fondamentali della fertlilità si sono verificate in anticipo. "L’accettazione che le donne con un declino riproduttivo precoce costituiscano una popolazione esposta a un maggior rischio cardiovascolare, fornisce importanti opportunità di intervento tempestivo in termini di modifica dei fattori di rischio e, laddove appropriato, di trattamento ormonale”, hanno concluso gli autori.

Bibliografia: Association of Age at Onset of Menopause and Time Since Onset of Menopause With Cardiovascular Outcomes, Intermediate Vascular Traits, and All-Cause Mortality. A Systematic Review and Meta-analysis, JAMA Cardiology, 14 settembre 2016

Autori: Taulant Muka; Clare Oliver-Williams; Setor Kunutsor; Joop S. E. Laven; Bart C. J. M. Fauser; Rajiv Chowdhury; Maryam Kavousi; Oscar H. Franco.

Fonte: Pfizer Newsletter


Condividi: